Foggia, un pareggio vale la serie B

giugno 17, 2007

E’ il giorno di Avellino-Foggia, finalissima playoff che vale la promozione in serie B. Il miglior attacco del campionato (quello campano) contro la difesa meno perforata. All’andata finì 1-0 per i rossoneri, decisivo il gol dell’attaccante cileno Salgado. “Ma guai a scendere in campo solo per difendere il gol di vantaggio – avverte l’allenatore rossonero Fulvio D’Adderio -. Dobbiamo fare la nostra partita come se partissimo da un risultato di parità. E’ vero, abbiamo a disposizione due risultati su tre ma questo non deve rilassarci. Dobbiamo giocare senza paura concedendo il meno possibile agli avversari”. Al Partenio non saranno presenti i tifosi del Foggia per questioni di ordine pubblico. “Il loro calore ci mancherà – ammette D’Adderio – ma dobbiamo giocare anche per loro. Solo il pensiero di poter regalare a questa città la serie B deve spingerci a dare il massimo”. I tifosi seguiranno la partita in televisione: diretta sia Rai Sport Satellite che su Rai 3 per le province di Foggia e Avellino a partire dalle ore 16. Molti si riuniranno in piazzale Fratelli Sarti, dinanzi allo stadio “Pino Zaccheria” dove l’emittente locale Teleradioerre e la società rossonera hanno allestito un maxischermo di 24 metri quadrati. Anche le colonie di foggiani residenti all’estero seguiranno la partita in diretta sui maxischermi: a Goppinghen, comune della Germania gemellato con la città di Foggia, si prevedono ben 5mila foggiani (arriveranno anche da Stoccarda). Foggiani in piazza anche a Praga, Sidney e New York. In città la febbre sale di ora in ora. “Tutti in piazza per tifare Foggia” è lo slogan della tifoseria che, dopo aver colorato le strade cittadine di rossonero con striscioni e nastri, non sta più nella pelle per l’attesa. Un entusiasmo che viene da lontano: l’ultima volta del Foggia in serie B risale alla stagione ’97-’98. Seguita dagli ultimi nove anni da dimenticare. “Forse è anche per questo – afferma D’Adderio – che la città sembra essere impazzita. Per strada non si parla d’altro, la gente vive con ansia questa vigilia ma ci tiene a far sentire ai ragazzi il proprio affetto e la propria fiducia”. Non mancavano cori, sciarpe e bandiere neanche ieri pomeriggio quando molti tifosi hanno voluto salutare la squadra in partenza per Avellino. Oggi alle 16, quando l’arbitro Tommasi di Basssano del Grappa, che ha già arbitrato i rossoneri nella vittoriosa finale di Coppa Italia di serie C, fischierà l’inizio del match la lunga attesa finirà e inizieranno 90 minuti (120 in caso di supplementari) di passione. Tra le fila rossonere torna Marrucco tra i pali, in difesa confermato Zanetti. Capitan Pecchia giocherà alle spalle del tandem d’attacco composto da Mastronunzio (tre gol per lui nei playoff) e Salgado. (pubblicato oggi su Repubblica Bari) 

Roberto Zarriello

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: