I 50 migliori business blog

gennaio 14, 2008

Su Blog4biz leggo che:

“Times Online, sempre più attento al fenomeno della blogosfera, ha elaborato e condiviso con i lettori l’ennesima classifica dei blog più influenti in ambito business. Il quotidiano individua ben quindici sotto categorie nelle quali organizza e classifica l’opera dei cinquanta blogger “corporate e anti-corporate” chiamati in causa. L’articolo non manca di sottolineare come molti di loro abbiano saputo condurre “campagne” tanto efficaci da far cambiare policy alle aziende. Ogni nome è seguito da una breve descrizione: fra quelli citati figurano pezzi da novanta come Freakonomics, Consumerist, Fastlane, Mark Cuban: Blog Maverick, Richard Edelman, Seth Godin, Wal Mart Watch, TechCrunch e il caro vecchio Buzz Machine“.

Annunci

Biagi, bufera su Grillo
Ecco il video che è stato trasmesso durante il V-Day in piazza Maggiore a Bologna: un filmato che sta scatenando roventi polemiche.

Secondo una recente indagine il 34,5% dei giovani afferma di disporre mensilmente di un “reddito” inferiore a 150 euro, il 35% da 151 a 350 euro, il 13,9% da 501 a 800 euro e il 16,5% oltre 800 euro. Il reddito giovanile è positivamente correlato alla fascia di età, con una maggiore disponibilità tra gli intervistati più grandi, più frequentemente inseriti in un contesto lavorativo e indipendenti dalla famiglia di origine: il 28,5% dei 20-26enni, infatti, dichiara di guadagnare oltre 800 euro mensili e il 20,3% da 500 a 800; tali valori scendono rispettivamente al 2,9% e al 6,5% nella fascia 15-19 anni.

Leggi l’articolo

E’ stato e sembra esserlo anche oggi il sito più gettonato del web. Beppe Grillo con il suo intervento ieri all’assemblea Telecom Italia a Rozzano nel milanese ha sbancato. Televisioni, radio, web ed oggi anche carta stampata non fanno altro che riportare della sua richiesta di dimissioni ai vertici di Telecom. Ovviamente richiesta non presa affatto in considerazione dagli irremovibili vertici della società di telecomunicazioni italiani. (continua su PRIMA)

Il lavoratore che ha guadagnato di più in Italia nel 2006 si chiama Carlo, e la sua busta paga annuale è stata di 18 milioni 860 mila euro. Quello che ha guadagnato di meno potrebbe esser passato per il suo stesso ufficio, al piano più alto di Pirelli-Telecom, ma in ore assai mattutine: 6,51 euro l’ora, per quelle poche ore che servono a lucidare pavimenti, buttare cartacce e spolverare scrivanie. Ma il ‘pulitore’ è solo uno dei tanti pezzi del mosaico dell’Italia a basso reddito: di quelli che un lavoro ce l’hanno, ma guadagnano assai poco, meno del vecchio ‘milione’. Perché per 500 euro al mese in Italia si fanno tante cose…(continua a leggere sull’Espresso)

Google ci controlla tutti

febbraio 16, 2007

Guarda questo interessante video. Te lo consiglio vivamente.

Il clima è impazzito!

gennaio 8, 2007

Guai a cadere nel panico ma quanto meno bisognerebbe che tutti prendessero atto della gravità della situazione climatica. Il clima è letteralmente impazzito e secondo alcune previsioni nel 2050 in Italia e in parte dell’Europa milioni di persone potrebbero morire di sete o di stravolgimenti climatici. Non è un film ma la realtà! Basti pensare ad un’orsa che due giorni fa a Madonna di Campiglio passeggiava sulle piste insieme ai suoi due cuccioli. Una scena simpatica se non fosse per un piccolo ma significativo particolare: l’orsa doveva (come tutti gli orsi) essere nel bel mezzo del suo letargo. Si è svegliata per via della temperatura troppo alta… Ma che diavolo sta succedendo? Senza pensare ai danni procurati all’economia mondiale.